Magazine – Editoriale di Gabriella Maggio sul Vesprino di gennaio, il diario on line del Lions Club Palermo dei Vespri

Gabriella Maggio
Gabriella Maggio

Care Amiche, Cari Amici il nuovo anno si è aperto con la manifestazione musicale Natale a Palermo-Itinerari culturali tra arte architettura e musica, patrocinata dai club service della città. Tra questi i Lions club di Palermo, che quest’anno hanno partecipato per la prima volta quasi al completo. Grande è stato il concorso e l’apprezzamento del pubblico in tutte le dieci serate dal 26 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. Oltre a questi nelle ore pomeridiane si sono svolti quattro concerti presso l’ ARNAS Di Cristina-Benfratelli dedicati ai degenti e al personale sanitario, per contribuire con le esecuzioni musicali a migliorare le condizioni dei pazienti. La musica infatti è una di quelle poche attività che coinvolge tutto il cervello, migliora la memoria, l’attenzione e la coordinazione dei movimenti. Giustificato, quindi, l’orgoglio degli organizzatori. La manifestazione è stata un’occasione per far conoscere musicisti di grande talento, anche giovani e giovanissimi, che si sono esibiti gratuitamente. Ma i concerti di Natale a Palermo non sono stati soltanto l’occasione per ascoltare buona musica in contesti suggestivi d’arte e di storia cittadina o per offrire qualche ora di divertimento e piacere ai sofferenti. Hanno avuto un valore aggiunto nascosto, che forse pochi hanno notato. Una breve pausa imposta anche allo smartphone e alla correlata percezione della pressione spazio-temporale che costantemente ci assilla, perché siamo disponibili senza interruzione ai contatti sui social.

Gabriella Maggio

Per scaricare il magazine completo clicca sul link: Vesprino gennaio 2020

Per visitare il Blog Palermo dei Vespri clicca sul link: Lions Palermo dei Vespri

Per contributi e per ricevere via email il magazine scrivere a: gamaggio@yahoo.it

Magazine – Editoriale di Gabriella Maggio su Vesprino, il diario on line del Lions Club Palermo dei Vespri

Gabriella Maggio
Gabriella Maggio

Care Amiche Cari Amici, non si può che tornare a parlare della lingua italiana nel momento di tirare le somme dell’anno che si sta concludendo. La lingua attualmente usata nella pubblicità e scimmiottata dalla politica sui media è “disonesta”, come la definisce Edoardo Lombardi Vallauri nel saggio “La lingua disonesta, contenuti impliciti e strategie di persuasione”, ed. Il Mulino, recensito da Claudio Giunta sul Domenicale del 29 dicembre.

Si tratta di una lingua vaga ed implicita, che considera il destinatario del messaggio soltanto “complice” e non soggetto in grado di comprendere. Infatti il linguaggio allude e sottintende, ammicca ai pregiudizi e alle paure del pubblico. Soprattutto sfruttando la “rete” della perenne connessione, dove trionfa la brevità e la battuta veloce scevra di ogni sia pur minimo argomentare.

Pensiamo al Twitter. Allora diventa difficile conoscere la verità dei media, anche se una verità in fondo ai media esiste. Ma l’importante è che il pubblico sia spinto ad agire in un certo modo, anche contro il suo interesse e contro il bene comune. Qualcuno dei Lettori più critici potrebbe obiettare che questo ormai si sa. Ed è vero.

Ma siamo sicuri che la questione nella sua gravità sia capita veramente ? Il mondo dei social è ossessivamente presente nella vita di molti, vi si trascorrono mediamente 4 ore e 40 minuti al giorno. Secondo il Censis fra il 2007 e il 2017 la spesa per gli smartphone è aumentata del 221, 6 % e quella per i computer del 54%. Nello stesso periodo, la spesa per libri e giornali ha subito un crollo -38%. Questi dati intersecano gli stili comunicativi, influenzano il lessico e la sintassi e anche l’area cognitiva. La posta in gioco è che rischiamo di non avere più interesse ad una comunicazione onesta.

Gabriella Maggio

Per scaricare il magazine completo clicca sul link: Vesprino Dicembre 2019

Per visitare il Blog Palermo dei Vespri clicca sul link: Lions Palermo dei Vespri

Per contributi e per ricevere via email il magazine scrivere a: gamaggio@yahoo.it