Eventi – In memoria di Antonino Torrisi benefattore e filantropo presso la Casa del Beato Gabriele Allegra [GALLERIA FOTOGRAFICA]

L’associazione Gabriele fra le genti, la Misericordia di Valverde, la Caritas di San Giovanni La Punta, la famiglia di Antonino Torrisi hanno organizzato il giorno 18 giugno 2022, un incontro in ricordo di Antonino Torrisi (nella fotografia in evidenza). Prematuramente scomparso dopo una lunga malattia, il benefattore e filantropo, vissuto a Valverde di Catania, è stato tra i fondatori di enti di beneficenza quali Misericordia e Fratres, quest’ultima dedicata alla promozione e alla diffusione della donazione di sangue. Spirito di fratellanza verso i più deboli, l’incoraggiamento nella via della solidarietà, così come ricordato nell’invito degli organizzatori, hanno rappresentato il faro guida della vita di Antonino.

Fotografia che testimonia l’opera di evangelizzazione del Beato Padre Gabriele Allegra
Saro Allegra

L’incontro si è svolto con la presenza di numerose persone presso la Casa Natale del Beato Gabriele Allegra sito in via Soldato Torrisi n° 16 a San Giovanni La Punta, un luogo fortemente simbolico, spirituale ed evocativo voluto e realizzato da Saro Allegra, nipote del beato. Tante sono state le testimonianze di sincero affetto fraterno di chi ha avuto modo di conoscere Antonino Torrisi, intervallate da momenti di musica sacra.


Pubblico a seguire una mia testimonianza.

Al mio amico Antonino Torrisi

La vita è fatta anche di incontri, situazioni, atmosfere, amicizie, conoscenze. Sono sinceramente contento, senza se e senza ma, di avere conosciuto Antonino e di avere avuto conferma, nell’incontro del 18 giugno 2022 presso il Centro di Padre Gabriele Allegra di San Giovanni La Punta, di quanto amore abbia diffuso non soltanto nel suo microcosmo, ma anche al di fuori dei confini che l’essere isola ci impone. 

Antonino Torrisi insieme alla moglie Margherita

Mi piace presentare l’esistenza di ciascuno di noi come un fiume che nel suo percorso verso valle viene arricchito dagli affluenti ovvero gli amici che, in un rapporto empatico, costituiscono un nuovo nucleo esistenziale e relazionale. Mi dolgo di una sola cosa ovvero di avere incontrato tardi Antonino, ma penso che lui sia riuscito in pochissimo tempo a darmi tanto. Nel contempo mi conforta il pensiero che lui abbia a sua volta ricevuto qualcosa di bello da parte mia e credo che un approccio alla vita ci accomuni, il pensiero che quando incontriamo una persona ci domandiamo: cosa posso fare io per te e non cosa tu puoi fare per me. Ritengo che questo approccio alla vita generoso abbia caratterizzato tutta l’esistenza di Antonino. Personalmente mi piace immaginare la morte non come la fine di tutto, ma piuttosto come una trasformazione: il fiume della vita che, al volgere finale del suo percorso, incontra il mare trasformandosi in qualcos’altro. Del resto empiricamente il chimico e fisico francese Antoine Laurent Lavoisier affermò in un suo trattato che “nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”.

Noi che abbiamo fede crediamo che l’anima sia immortale e certamente così è. Secondo il grande scrittore Ugo Foscolo “non è immortale l’anima dell’uomo, ma sono immortali le azioni che egli compie. Il ricordo di lui vive perenne nel cuore dei parenti e degli amici e, se ha onorato la patria, la scienza e l’arte vive nel cuore della nazione e dell’umanità”. 

A mio parere entrambe le visioni da un lato quella spirituale, dall’altro lato quella empirica e razionale sono veritiere e confortano il progredire e il susseguirsi dei giorni di chi è ancora presente in vita, con particolare riferimento alla famiglia della quale onoro di essere amico.

Un momento dellincontro

Ed ancora riguardo la concezione della vita mi piace immaginare che esista, volgendo in alto lo sguardo una sorta di sacca universale che ciascuno di noi ha il dovere, meglio ancora il piacere, di riempire di buone azioni: un sorriso, il rispetto per il prossimo, la solidarietà, l’attenzione verso chi è meno fortunato. La sacca esistenziale deve esondare, trasbordare di tali azioni, anche le più piccole e apparentemente insignificanti e il nostro Antonino contribuiva egregiamente in vita e ancora adesso che si è trasformato, unendo e non dividendo, accogliendo e non respingendo, creando e non distruggendo. In un virtuoso esercizio giornaliero che ci permette di guardare il mondo con gli occhi dell’altro, riappacificando e unendo, pertanto, le persone che divengono baluardo respingente delle brutte azioni e delle cattiverie che purtroppo nel mondo esistono.

 Valverde 19 giugno 2022                                                           Antonino Schiera


L’amico Antonino Torrisi amava le arti e la bellezza legata alle migliori rappresentazioni che l’uomo sa dare nella vita. Pubblico una sua poesia che ne sintetizza l’approccio generoso che ha caratterizzato la sua esistenza.

Perseveranza poesia di Antonino Torrisi

Tendi una mano a chi ne ha bisogno,
non aspettare che ti si chieda 
anche se non dovessero dirti grazie
e non saranno mai riconoscenti, 
persevera nel tuo gesto, 
ad ogni occasione. 
Non sarà l'uomo 
a mostrarti gratitudine.
Passerà del tempo, 
ma chi ti salverà qualcosa 
sarà colui che guida il tuo cammino.

Galleria fotografica dell’evento con gli scatti di Agnese Allegra


Per chi volesse informazioni e fare donazioni per la meritevole Associazione “Gabriele fra le genti o.n.l.u.s.”

Pubblicato da Antonino Schiera

Poeta, scrittore e blogger palermitano. Pubblicazioni, riconoscimenti e iniziative: Nell'anno 2013 esordisco con la raccolta di poesie, aforismi e dediche d’amore Percorsi dell’Anima (Europa Edizioni). Nell'anno 2015 ho pubblicato due brevi storie (Moderno emigrante e Natale a Trieste) all’interno della raccolta di autori vari Natale 2015 (Società Editrice Montecovello), con finalità benefiche. Le due opere hanno ricevuto a Roma, la menzione d’onore al concorso organizzato dalla stessa casa editrice. Nel 2016 ho pubblicato la mia seconda raccolta di poesie Frammenti di colore (Edizioni La Gru) risultata finalista nella sezione poesie del II Premio Giornalistico Letterario Piersanti Mattarella. Nel 2017 la mia poesia Nel margine del tuo universo si è classificata seconda al Premio Nazionale di Cultura Isola di Pino Fortini. Nell’anno 2018 ho ideato, promosso e condotto l’evento estivo poetico e musicale Calici di poesie a Isnello con il Patrocinio del Comune e della Biblioteca di Isnello ed in collaborazione con il gruppo Siciliando in qualità di media partner. Nel mese di giugno 2019 la mia raccolta di poesie inedita Meditare e sentire si è classificata finalista al Premio Poetico Pietro Carrera, organizzato da Il Convivio Editore e l’Accademia Internazionale Il Convivio. Nel mese di settembre 2019 la stessa opera è stata pubblicata da Il Convivio Editore. - Nel mese di febbraio 2020 è stato pubblicato Il peperoncino di Alessandro, breve racconto inserito nella raccolta di autori vari Seta sul petto (Edizioni Simposium), in memoria di Alessandro Di Mercurio. Nel mese di agosto 2020 ho ricoperto il ruolo di direttore artistico nella rassegna poetica Parole ed emozioni madonite giunta alla terza edizione e promossa dall’A.N.A.S. zonale di Collesano in provincia di Palermo. Nel mese di settembre 2020 a Marsala, nell’ambito dell’Ottavo Simposio dei Poeti la mia poesia inedita Alba sulla torre, ha ricevuto il primo premio grazie alla votazione della giuria composta dagli stessi poeti presenti. Nello stesso mese è giunta la menzione di merito, nella sezione poesia inedita, nel Premio Convivio 2020 con la raccolta di poesie Sciabordio vitale sotto il cielo plumbeo pubblicata nel mese di aprile 2021. Nel mese di febbraio 2021 il breve racconto La notte dei cristalli ha vinto il primo premio assoluto nel concorso Il più bel gesto d’amore, organizzato dalla Farmacia Mercadante della Dottoressa Giordano di Palermo. Nel mese di giugno 2021 ho pubblicato il mio primo racconto La valigia gialla edito da Libero Marzetto. Nello stesso mese ho realizzato la prefazione generale e quella dei singoli tomi, cinque in totale, de Le Pietanze della cucina siciliana a cura del poeta, scrittore e promotore culturale Salvatore Mirabile. Nel mese di aprile 2022 la mia quarta raccolta di poesie Sciabordio vitale sotto il cielo plumbeo (Il Convivio 2021) è stata premiata con il terzo posto nella sezione poesia edita al Premio Nazionale di Poesia Himera. Ho organizzato un numero consistente di presentazioni ed incontri con i lettori per promuovere i miei libri, partecipato a numerosi reading poetici e ricevuto alcune menzioni d’onore per tali partecipazioni. Inoltre ho recensito e promosso alcune opere di scrittori contemporanei. Esperto di marketing e comunicazione, coniugo l’amore per la poesia e la curiosità per ciò che mi circonda, utilizzando la parola come un ponte che può unire mondi che ancora non si conoscono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: