Formazione – La comunicazione efficace

La_comunicazione_efficace_Antonino_Schiera
Ecco un esempio di comunicazione inefficace

Oggi parliamo di comunicazione efficace. Affinché la comunicazione tra due persone o tra gruppi di persone si possa definire efficace è necessario che avvenga una corretta interazione, ovvero che il messaggio che si intende veicolare giunga correttamente al ricevente. Altrettanto importante è che il messaggio sia chiaro da parte di chi lo trasmette.

Per immaginare quanto sia importante questo concetto, pensa alle comunicazioni tra i piloti di aereo e la torre di controllo o tra il comandante di una nave con gli addetti al controllo portuali. Altro esempio: immagina la Borsa di New York dove le compravendite delle azioni avvengono in tempo reale ed in mezzo alla confusione. Ebbene se la comunicazione non avviene in maniera corretta, si rischia un grave incidente oppure si rischia di incappare in gravi perdite economiche.

E’ molto importante, pertanto, che a qualsiasi livello si operi, curare la propria capacità di comunicare.

La moderna disciplina in materia, la programmazione neurolinguistica, addirittura codifica, come fossero una formula matematica, i processi di comunicazione, introducendo concetti nuovi ma molto affascinanti.

Per esempio elenca e classifica i canali sensoriali che ci permettono di interagire con il mondo esterno: cenestetico, visivo, olfattivo, auditivo.

Altro concetto importantissimo è che la “mappa non è il territorio“, ovvero che ciascuno di noi percepisce la realtà a modo proprio secondo le esperienze personali, le circostanze, le tradizioni . Quindi è importante quando comunichiamo cercare di capire chi abbiamo di fronte ed uno dei sistemi è la capacità di ascolto e di fare domande.

La capacità di adattamento di ciascuno di noi tiene conto di questi fattori e ci permette di attuare una comunicazione efficace. Per esempio un conto è parlare di economia con un analista economico un conto invece è parlare con una persona o una platea che di economia non capisce nulla.

Oppure immagina la comunicazione tra 2 persone di lingua diversa, vedrai che verrà utilizzato prevalentemente il linguaggio para verbale e non verbale, gestualità del corpo.

Antonino Schiera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...