Poesie – Da un lago svizzero di Eugenio Montale [Ribloggato da Cantiere Poesia]

Originally posted on Cantiere poesia:
Mia volpe, un giorno fui anch’io il “poeta assassinato”: là nel noccioleto raso, dove fa grotta, da un falò; in quella tana un tondo di zecchino accendeva il tuo viso, poi calava lento per la sua via fino a toccare un nimbo, ove stemprarsi; ed io ansioso invocavo la fine…