360 gradi di bellezza – Piazza Pretoria a Palermo [VIDEO]

Oggi, con il nostro 360 gradi di bellezza, ci troviamo nella magnifica piazza palermitana denominata Pretoria, un luogo di rara bellezza che racchiude nel breve volgere di uno sguardo chiese, palazzi antichi, monasteri ed il Palazzo delle Aquile sede del Comune di Palermo con le sue magnifiche sale sulle quali spicca Sala delle Lapidi, all’interno della quale ha sede il Consiglio Comunale.

 

La piazza sorge nella centralissima zona pedonale a ridosso dei Quattro Canti di Città. Piazza Pretoria è chiamata dai palermitani Piazza della Vergogna per via della presenza di statue in costume adamitico  che campeggiano all’interno della fontana. Lo scultore e architetto Francesco Camilliani, discepolo di Baccio Bandinelli, ne è l’autore. Tutta in marmo bianco di Carrara, è stata realizzata a Firenze nel 1554 e successivamente acquistata dalla città di Palermo grazie all’interessamento luigi de del Senato Palermitano nel 1573. Fu una questione di soldi in quanto il suo proprietario, Luigi de Toledo imparentato con Cosimo de Medici, essendo fortemente indebitato la vendette. Giunse così a Palermo dopo che era stata smontata, per permetterne il trasferimento da Firenze fino al capoluogo siciliano.

Il video comincia con l’inquadratura della magnifica chiesa barocca di San Giuseppe dei Teatini, costruita all’inizio del XVII secolo,  maestosa nella parte esterna e con degli interni sontuosamente decorati.

Fanno bella mostra di sé due palazzi nobiliari Palazzo Bordonaro e Palazzo Bonocore.

A seguire è possibile ammirare la chiesa di Santa Caterina, al cui interno è conservata la più vasta decorazione in marmi policromi della città. Eretta alla fine del XVI secolo, è di stampo rinascimentale. Secondo una leggenda le monache di clausura, che vivevano nell’annesso monastero, infastidite dall’oscenità delle statue, scesero in piazza di notte, ed evirarono le sculture.

Infine il nostro sguardo è catturato dal Palazzo Pretorio, noto anche come Palazzo delle Aquile, già denominato Palazzo Senatorio o Palazzo di Città. Fu il sovrano Federico III nel 1322 a riconosce la necessità di erigere una sede idonea destinata alle assemblee cittadine, dando così il via alla realizzazione di questo maestoso ed importante palazzo, che risente delle varie stratificazioni storie ed epoche che si sono susseguite in città.

Antonino Schiera

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...