Appuntamenti – Venerdì 15 febbraio 2019 secondo appuntamento con “Sicilia e dintorni”

L’attore Enzo Rinella voce narrante, accompagnato dalla chitarra e dalla voce di Salvo Capizzi e dagli archi di Giannella Imbrunnone e Isabella Imbrunnone, replica il 15 febbraio prossimo l’appuntamento con il pubblico con la messa in scena di Sicilia e dintorni.

Lo spettacolo andato già in scena lo scorso 8 febbraio al Teatro Carlo Magno di via Collegio di Santa Maria al Borgo Vecchio 17 Palermo è inserito nell’ambito del cartellone artistico 2018/2019 con la direzione di Enzo Mancuso.

I testi interpretati e musicati sono di Ignazio Buttitta, Franco Carollo, Mario Tamburello e Michelangelo Balistreri, Enzo Rinella, Salvo Capizzi ed Enzo Mancuso.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Sicilia e dintorni accompagna gli spettatori in un percorso costituito da sonorità, tradizioni, atmosfere, ricordi all’insegna della sicilianità con riferimento particolare ai pescatori. Infatti il mare con i suoi odori e rumori è protagonista dello spettacolo, considerate le origini marinare degli interpreti. Il mare un elemento che oggi assume una rilevanza fondamentale, per via delle tante tragedie che vi si consumano, descritto anche in chiave poetica nel suo imprescindibile legame con la vita, che si manifesta con il vagito di un bimbo di pochi mesi che si affaccia alla vita.

Appuntamento per il pubblico alle ore 21.00 di venerdì 15 febbraio 2019.

Biglietto d’ingresso 5 €.

(Approfondimento: leggi l’intervista con video a Enzo Rinella cliccando qua)

 

 

Eventi – Il Conte Baldovino e Rosalia Sinibaldi: monologo di Antonino Schiera [VIDEO]

Ringrazio vivamente Myriam De Luca e Luigi Pio Carmina per avere organizzato un reading poetico molto interessante e partecipato presso l’Università Popolare (UNIPOP) di Palermo, che aveva come titolo ispiratore: “Credere in qualcosa per viverla come si vuole“.

 

Nel video, leggo il mio breve monologo scritto in sintonia con il tema del reading:  la fede come diretta conseguenza  della credenza, ovvero del credere in qualcosa. In questo caso la credenza, riferita al potere catartico e purificatore della Santa Patrona di Palermo Rosalia, che diviene fede. Operando un creativo spostamento del punto di vista, ho dato voce al Conte Baldovino, che doveva sposare Rosalia Sinibaldi, grazie al volere del padre della stessa. Come sappiamo la storia è andata diversamente e per una volta, nel mio monologo, non ha parlato il popolo, che dalla peste fu salvato, bensì l’uomo che aveva accarezzato l’idea di portarla sull’altare.” 

Scarica Baldovino-Rosalia Sinibaldi in formato Word

Gli altri poeti e cantori che hanno partecipato al reading sono stati: Rosa Maria Chiarello, Alfredo Sant’Angelo, Francesca Luzzio, Angelica Camassa, Francesco Camagna, Gabriella Maggio, Emanuele Insinna, Pierangela Castagnetta, Giovanna Fileccia (declama Antonio Licata), Euranio La Spisa, Arcangela Rizzo, Teresa Riccobono, Rosa Di Pino, Claudia Angileri, Vita Alba Tumbarello, Giuseppe Barcellona, Francesco Paolo Catanzaro, Emilia Merenda, Maria Antonietta Sansalone, Maria Elena Mignosi Picone, Noemi PappalardoPino La Rocca, Pietro Cosentino.

Ospite speciale il musicista Salvo Capizzi, che ha impreziosito il pomeriggio culturale con la sua chitarra.

Gli studenti del Liceo Classico “Vittorio Emanuele II, classe 3° B hanno interpretato un passo della tradizione greca antica, in moderna ed ironica.

Antonino Schiera