Recensioni – Nel buio ricami di luce, poesie di Angelo Abbate edite da Thule

Copertina

“La poesia di Angelo Abbate è come uno specchio che riflette ciò che giace nel profondo della sua anima, ciò che non tutti riescono a cogliere anche dopo una breve conversazione. Dietro il suo piglio energico e determinato, si trova uno spirito sensibile che attinge continuamente da una fonte inesauribile di ispirazione, che è la vita” scrive il poeta palermitano Pietro Vizzini nella sua nota critica inserita nell’ultima raccolta di poesie del poeta Angelo Abbate Nel buio ricami di luce. L’opera è stata pubblicata nel mese di dicembre 2019 dalla casa editrice Thule diretta dal professore, poeta e saggista Tommaso Romano.

La raccolta di poesie di Angelo Abbate si presenta in effetti come un affresco composto da numerose sfaccettature, che immergono il lettore nel mare vasto dell’esistenza, frutto della sensibilità e dell’impegno sociale dell’autore. Una sorta di quadro tridimensionale che tocca, attraverso i versi, temi diversi tra loro divenendo un percorso variegato e multiforme.

Montagne di nubi oscurano il cielo                                                                              un’arcana foschia avvolge la sera.                                                                              Tra le pieghe della pelle                                                                                                  un freddo insolente si insinua                                                                                      s’ode il crepitio della pioggia                                                                                        che lentamente scivola, viscida,                                                                                    nel cuore di una notte di ghiaccio                                                                              che non ristora il sonno                                                                                                  e non assopisce le inquietudini                                                                                      stagnanti tra le anse della perfidia…

Esordisce così l’autore con la prima poesia che, partendo dalla descrizione poetica di un evento atmosferico, conduce nel suo progredire nelle pieghe dell’esistenza, connotata da rapporti con le persone che si frantumano, fino al desiderio accorato di pace nutrito dall’ indomita speranza che non si esaurisce mai. Ecco la sensibilità di Angelo Abbate, citata da Pietro Vizzini, che si materializza sin dai primordi della raccolta e che viene confermata quando l’autore ne Il cielo di Aleppo rivolge la sua attenzione alla sofferenza generata dalla guerra in particolare nei più piccoli… dell’innocenza spogliati i bambini dei sogni e dei giochi privati in freddi e improvvisati giacigli…

Pietro Vizzini

Ed ancora ne I ragazzi speciali, poesia dedicata a chi vive la propria esistenza in una diversa abilità che non amano arrampicarsi sulle pareti lisce il sabato sera non fanno le ore piccole…

Non mancano nella raccolta di Angelo Abbate accorati e amorevoli richiami alla famiglia come nelle poesie Vecchio padre, Giulia e Perché madre e poi un riferimento alle antiche civiltà nelle poesie Pantalica e Dalle ceneri rivive Himera.

Non poteva mancare nell’opera un riferimento al mare in particolar modo nella poesia …Nel mare dell’oblio… e nella poesia All’amico navigante, considerato che l’autore è stato Ufficiale delle Capitanerie di Porto, esperienza di vita che lo ha certamente arricchito e condotto a guardare il mondo con gli occhi dell’altro.

Nessun poeta, penso, può avere soffocato in via definitiva l’Io bambino che è in ciascuno di noi e nemmeno il sentimento dell’amore romantico. Per quanto riguarda Angelo Abbate ne è testimonianza la poesia Girotondo d’amore che ricorda i giochi dei bambini nel suo titolo, per poi virare nella descrizione di un amore sofferto e caratterizzato dalla partenza senza nessun ritorno e dalla conseguente attesa di un nuovo giorno, metafora utilizzata per rappresentare la rinascita perché no nella sfera amorosa:

Un’altra partenza                                                                                                      per un viaggio che non ha ritorno                                                                             la malinconia silente mi avvolge                                                                      fremiti d’inquietudini mi rincorrono                                                              lacrime asciutte inondano il mio cuore                                                            spasimi di ghiaccio mi attanagliano                                                                         in un gelido sepolcro di nebbia…

La silloge è arricchita da alcuni dipinti del maestro Carlo Puleo a partire dalla prima di copertina che porta il titolo della stessa. La prefazione è curata dallo storico e critico letterario Giuseppe Bagnasco, le postfazioni sono delle poetesse Dorothea Matranga e Maria Antonietta Sansalone. Note critiche di Tommaso Romano e Pietro Vizzini.

Premi e Concorsi – XI Edizione del Premio Nazionale di poesia Arenella Città di Palermo [BANDO]

Katiuska Falbo
Katiuska Falbo

Ci siamo quasi anche quest’anno! Presentato da Katiuska Falbo, il Premio Nazionale di Poesia Arenella Città di Palermo, giunge alla sua undicesima edizione.

“Questo premio vuole essere innanzitutto la constatazione che ancora rimangono fermenti culturali che vanno assecondati, stimolati per poter vivere sempre la stagione delle nostre emozioni, delle nostre trepidazioni che devono accompagnarci quotidianamente. Abbiamo colto nell’identità di una borgata della città quell’occasione, che ci deve permettere di andare avanti sulla strada dell’arte, ma anche della tradizione, della storia e della cultura della gente. Il nostro motto, l’eco è spesso più bella che la voce da essa ripetuta, esprime l’augurio che ciò possa realizzarsi con il sincero aiuto di chi ha cuore le sorti del nostro patrimonio culturale”. Così scrive il Dr. Francesco Anello, Presidente dell’Associazione Culturale Palermo Cult Pensiero che organizza il premio.

Bando XI premio letterario Arenella Città di Palermo

Ritenuto da molti l’evento culturale di poesia più qualificato della città, per lo spessore dei suoi protagonisti, in giuria il Prof. Salvatore Di Marco, il Prof. Tommaso Romano, il Prof. Ciro Spataro, la D.ssa Rita Cedrini, la D.ssa Eliana Calandra, ha già visto premiati e protagonisti personaggi noti come Vincenzo Morgante, ex caporedattore RAI, il Principe di Villafranca Francesco Alliata, il musicista Marco Betta, lo scrittore e poeta Biagio Balistreri.

Il premio vuole essere un importante riconoscimento agli artisti che in tutta Italia promuovono e coltivano l’arte poetica, a cui verranno consegnate targhe e riconoscimenti. E’ importante sottolineare che la manifestazione è titolata ad una delle più belle borgate cittadine, nata sul mare, a significare come molte volte l’arte poetica possa essere espressione di stimolo e sviluppo socioculturale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il bando del premio letterario è scaricabile cliccando su questo link Bando XI premio letterario Arenella Città di Palermo

Premi e Concorsi – Programma 2019 del X Premio Arenella Città di Palermo

Ricevo e volentieri pubblico il programma della X Edizione del Premio Arenella Città di Palermo (per altre info clicca qua)

Sponsor dell’iniziativa il dottor Vincenzo Tramuto Agente Delegato della Zurich Italia

ZurichZurich_Agenzia_Pa010_Dott._Tramuto_Vincenzo

Con il Patrocinio di:

C:\Users\Francesco Anello\Desktop\PREMIO 2019\LOGHI PREMIO\Assemblea_Regionale_Siciliana[1].png C:\Users\Francesco Anello\Desktop\PREMIO 2019\LOGHI PREMIO\logo20090911[1].gif C:\Users\Francesco Anello\Desktop\2019-LOGO.jpg C:\Users\Francesco Anello\Desktop\PREMIO 2019\LOGHI PREMIO\_02042016104925[1].jpg C:\Users\Francesco Anello\Desktop\PREMIO 2019\LOGHI PREMIO\logoregione.Turismo.tif

PREMIO ARENELLA CITTA’ DI PALERMO – IL DECENNALE 2010-2019

Palazzo delle Aquile – Sala delle Lapidi- Piazza Pretoria-Palermo

Venerdì 31 Maggio 2019 ore 16,00

Programma

Presentazione: Dr. Francesco Anello : Presidente Ass. Culturale “ Palermo Cult Pensiero”

Saluto delle Autorità:

On.Prof. Leoluca Orlando – Sindaco della Città di Palermo

On . Dr. Salvatore Orlando- Presidente del Consiglio Comunale di Palermo

Dr. Giuseppe Fiore- Presidente Settima Circoscrizione Comune di Palermo

Dr. Rosario Arcoleo- Presidente Settima Commiss. Affari Generali Comune di Palermo

Presentazione della Giuria:

D.ssa Eliana Calandra- Direttrice Archivio storico Comune di Palermo

D.ssa Rita Cedrini-Antropologa e docente Università degli Studi di Palermo

Prof. Tommaso Romano-Saggista e Scrittore fondatore della casa editrice La Thule di Palermo

Prof.Ciro Spataro- Storico,fondatore del Premio Letterario Città di Marineo

Prof. Salvatore Di Marco (Presidente della Giuria) critico letterario, scrittore e poeta

Intervento del Prof. Salvatore Di Marco : Presidente della Giuria del “ Premio Arenella-Città di Palermo “

Omaggio a Pietro Mignosi di Tommaso Romano

Premiazione dei Finalisti del “Premio Arenella Città di Palermo”

Premiazioni del decennale

Premiazione e Consegna della “ Targa Speciale Alberto Prestigiacomo” a

Evelina Santangelo, Domenica Perrone e Giuseppe Maurizio Piscopo

Con: Carmelo Caruso- Roberto Lagalla-Mario Modestini-Padre Francesco Lomanto-Vincenzo Morgante-Giulio Perricone- Salvatore Lo Bue-Gaetano Lo Manto- Mario Di Liberto-Nicola Locorotondo- Manlio Corselli-Tano Gullo-Maria Antonietta Spadaro -Pippo Madè-Padre Cosimo Scordato-Maria Concetta Di Natale-Rino Martinez-Vincenzo Fardella- Giuseppe Milici-Giuseppe Modica-Pasquale Hamel- Letizia Battaglia-Martino Lo Cascio-Marco Romano-Maria Elena Volpes-Giovanni Ruffino-Marco Betta

Letture : Francesca Guajana.

Con la partecipazione straordinaria del Gruppo Tetra Kordes (strumenti di pizzico) del Conservatorio V. Bellini di Palermo

Conduce Katiuska Falbo

Appuntamenti – Giornata Mondiale della Poesia il 21 marzo prossimo

Mancano ormai pochi giorni all’appuntamento del 21 marzo giornata nella quale si celebra la Giornata Mondiale della Poesia e che risulta essere la ricorrenza della nascita di Rosa Balistreri e di Alda Merini. Il 21 marzo è anche considerato convenzionalmente  il primo giorno di primavera, anche se va precisato che l’effettiva data dell’equinozio astronomico può variare tra il 19 e il 21 marzo.

La Giornata Mondiale della Poesia è stata istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale UNESCO nel 1999.  Nasce per rappresentare “l’incontro tra le diverse forme della creatività, affrontando le sfide che la comunicazione e la cultura attraversano in questi anni”, ha destto Giovanni Puglisi, già presidente della Commissione Nazionale Italiana UNESCO. “Tra le diverse forme di espressione, infatti, ogni società umana guarda all’antichissimo statuto dell’arte poetica come ad un luogo fondante della memoria, base di tutte le altre forme della creatività letteraria ed artistica”.

Tantissime in Italia e nel mondo le iniziative che celebrano questa giornata, mentre impazza sui social network l’hashtag #WorldPoetryDay e la Poesia per un giorno sembra godere delle attenzioni che meriterebbe ogni giorno dell’anno.

Domenico_Ortolano_Beatrice_Amato_Ugo_Arioti
Un momento poetico alla Biblioteca Comunale di Brancaccio con Domenico Ortolano e i poeti Beatrice Amato, Ugo Arioti

Vi segnalo alcune iniziative a Palermo  organizzate da Spazio Cultura a cura del poeta Nicola Romanodal professore e poeta Tommaso Romano presso l’Hotel Joli e da Domenico Ortolano, presidente dell’Associazione Castello e Parco di Maredolce, presso la Biblioteca Comunale di Brancaccio.

Premi e Concorsi – Giunge alla sua decima edizione il Premio Nazionale di poesia “Arenella Città di Palermo” [VIDEO].

Si svolge anche quest’anno a Palermo, indetto dall’Associazione Palermo Cult Pensiero, il cui presidente è il dottor Francesco Anello, il Premio Nazionale di Poesia “Arenella Città di Palermo”, giunto quest’anno alla decima edizione.

Ritenuto da molti l’evento culturale di poesia più qualificato della città, per lo spessore dei suoi protagonisti, in giuria il Prof. Salvatore Di Marco, il Prof. Tommaso Romano, il Prof. Ciro Spataro, la D.ssa Rita Cedrini, la D.ssa Eliana Calandra, ha già visto premiati e protagonisti personaggi noti come Vincenzo Morgante, ex caporedattore RAI, il Principe di Villafranca Francesco Alliata, il musicista Marco Betta, lo scrittore e poeta Biagio Balistreri.

Il premio vuole essere un importante riconoscimento agli artisti che in tutta Italia promuovono e coltivano l’arte poetica, a cui verranno consegnate targhe e riconoscimenti. E’ importante sottolineare che la manifestazione è titolata ad una delle più belle borgate cittadine, nata sul mare, a significare come molte volte l’arte poetica possa essere espressione di stimolo e sviluppo socioculturale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il bando del premio letterario è scaricabile cliccando su questo link BANDO-X-PREMIO-LETTERARIO-2019

Protagonisti – Buon Anno 2019 e grazie a tutti gli artisti presenti nel mio blog [VIDEO]

Buon Anno 2019

 

 

Premi e Concorsi – Ecco il bando del IX Premio Letterario “Arenella Città di Palermo”.

Ricevo da parte del dottore Francesco Anello e pubblico volentieri, il seguente comunicato relativo al prestigioso “Premio Letterario “Arenella – Città di Palermo“.

Katiuska_Falbo_Francesco_Anello_Tommaso_Romano
La presentatrice Katiuska Falbo, il dottor Francesco Anello e il Professore Taommaso Romano nell’ultima premiazione presso la Sala delle Lapidi all’interno del Comune di Palermo.

Francesco Anello – “Il Premio di Poesia Arenella, rappresenta per l’Associazione culturale Palermo Cult Pensiero un ulteriore elemento di crescita e s’inserisce nell’ambito di un percorso ambizioso che mira a creare in seno alla società in cui viviamo, un rapporto dove la cultura del consenso e del confronto devono primeggiare se non altro per un dignitoso processo di crescita.
Nella fattispecie un premio di poesia rivolto ad una delle espressioni tipiche della città, qual è quella delle borgate marinare, vuole essere e diventare il riflesso di un percorso che nasce dalle istanze socio-culturali della periferia per poi allargarsi a divenire parte integrante del vivere cittadino, in un percorso culturale dove le istanze del territorio possono essere il fulcro della espressione artistica della città.

Francesco_Anello_Biagio_Balistreri_Premio_Arenella-e1486977458785
Al centro il poeta e scrittore Biagio Balistreri, vincitore nella VI edizione del premio con il libro di poesie “Il fabbricante di parole” Edito da Spazio Cultura. (fotografia di Elisa Sanfilippo)

Ecco perché ci facciamo carico di un processo di crescita che muovendo sin da oggi i primi passi possa approdare in un contesto sociale ad ampio respiro.
L’Arenella dunque, borgata marinara con il suo importante carico socio-culturale fatto di storia, tradizione, legata al suo mare ed ai suoi abitanti, vuole essere il punto di partenza e di riferimento di una crescita che deve avere come emblema, un momento artistico come il premio di poesia.
Premio di poesia che nasce in buone mani, visto il contesto in cui si svolge e vista il notevole spessore intellettuale dei suoi artefici (a partire dai componenti la Giuria) e che vuole esprimere l’interesse e l’orgoglio di una intera comunità verso l’arte e la cultura.”

Video – Nel margine del tuo universo. L’amore trionfa sempre.

“Nel margine del tuo universo” è il titolo della mia poesia contenuta nel libro Frammenti di colore – Edizioni La Gru, giunta al secondo posto nella sezione poesie del Premio Nazionale Culturale Isola – Pino Fortini 2017.

È una poesia d’amore che descrive il desiderio contrastato e tormentato di un uomo, di giungere fino al margine dell’universo della donna amata. Una metafora all’interno della quale rappresento, ciascuno di noi, come un Universo a se stante, che si relazione con gli altri in questo caso in termini amorosi. Il tutto avviene in un Universo unico più grande che ingloba tutti, nel grande caleidoscopio sfaccettato della nostra esistenza.

Nel video che, vi invito a guardare, l’attore siciliano Enzo Rinella interpreta la mia poesia durante la premiazione avvenuta il giorno 15 dicembre 2017, presso l’Archivio Comunale Storico di Palermo.

 

Ma ecco la motivazione del premio assegnato dalla Giuria presieduta dal professore Tommaso RomanoAntonino Schiera con l’Opera “Nel margine del tuo universo” è riuscito con senso lirico a evocare la grandezza del sentimento dell’amore, mostrandone la bellezza che scaturisce dalla coniugazione della gioia con la quiete, insieme alla fugacità che si converte in vita poetica che vince il tempo.

Nel Margine del tuo universo
Arriverò fino al margine del tuo universo,
attraverso un viaggio lungo e tortuoso.
Volgerò il mio sguardo su quella riva accarezzata dal tuo mare.
Laggiù il profilo della tua isola, immersa nell’immensità del blu.
Il mio animo si placa tra picchi di curiosità
e discese improvvise nelle viscere dei tuoi sentimenti,
immortalati da una semplice poesia.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un ringraziamento particolare da parte mia va alla Giuria tutta e ai promotori del premio Francesca Mercadante e Pippo Lo Cascio.
 Premio_Pino_Fortini_2017