Recensioni – Il poeta e scrittore Biagio Balistreri partendo da Meditare e sentire, traccia un bilancio delle tre opere di Antonino Schiera

Meditare e Sentire a Capo D'Orlando (3)Pubblico la relazione che il poeta e scrittore Biagio Balistreri ha preparato e letto durante la presentazione della mia ultima raccolta di poesie Meditare e sentire – Il Convivio Editore, avvenuta il 19 ottobre a Villa Piccolo a Capo D’Orlando. A Biagio Balistreri, mio carissimo amico, vanno i miei sinceri ringraziamenti.

 

ANTONINO SCHIERA Meditare e sentire – Il Convivio Editore

19 Ottobre 2019 Villa Piccolo – Capo D’Orlando

Ho affettuosamente seguito il percorso poetico di Antonino Schiera lungo tutti e tre i libri finora pubblicati: Percorsi dell’Anima, Frammenti di colore e l’attuale Meditare e sentire.

Va preliminarmente detto che il principale tema che davvero accomuna i tre libri è quello dell’amore, nelle sue diverse declinazioni: come afferma lo stesso poeta “Io mi limito a riportare in versi ciò che provo: amore sentimentale, fraterno, filiale, verso la natura”.

Meditare e Sentire a Capo D'Orlando (20)
Biagio Balistreri in piedi

Nella raccolta Percorsi dell’anima, l’autore dedicava molto spazio alle riflessioni, espresse principalmente nella forma di aforismi. Nell’ultima raccolta, dopo due pagine iniziali dedicate ai pensieri del poeta, gli aforismi sono invece trasferiti direttamente nella poesia, che assume così una particolare pregnanza riflessiva, rendendosi quindi più universale. Vorrei esemplificare questo processo con la lettura delle chiuse di alcuni brani, dove la riflessione appare più evidente che altrove.

L’omino lasciò il ponticello sul quale si era rifugiato

e ricominciò il cammino verso la vita.

Le prime luci dell’alba indicavano la strada da prendere.

IL CAMMINO

In lontananza il pianto di un bambino

che diventa solitudine,

tra i banchi ed i quaderni

di una scuola di periferia.

Comincia l’attesa!

DISTACCO

Non nacquero rimpianti, vergogne, né paure:

soltanto il desiderio di accompagnare la mia solitudine alla tua

nel viaggio, irto di ostacoli e contraddizioni…

su, per le vie dell’universo.

PER LE VIE DELL’UNIVERSO

La poesia lo ha liberato.

E se guarda indietro si rattrista.

pensa e scrive, la gioia riacquista.

VALLE

Docile si avvicina il dolore

contrastato dalla voglia di vivere

annegato nel sentire quotidiano

di sorrisi, di doni destinati

a chi riesce a celare il dolore

in un semplice travestimento

da pagliaccio.

AL BUIO

In Percorsi dell’anima, il tema dell’amore si dispiega fra l’osservazione degli elementi e degli eventi naturali, che Schiera giunge a elencare ossessivamente (“Sole, Luna; Terra, Mare; Caldo, Freddo”). Elementi che a volte sono anche contenitori non silenziosi delle tracce dell’uomo, mentre i loro modi di manifestarsi sono continuamente posti in parallelo con i sentimenti e gli accadimenti umani, e con questi si rapportano talvolta con sottile malinconia, talvolta con un sentimento di matura accettazione.

Nella seconda raccolta, Frammenti di colore, trova uno spazio inatteso il tema del bimbo e in particolare del bimbo che nasce – ma che è al contempo anche l’adulto che nella solitudine si ritrova imberbe e, forse, inadeguato – nonché il tema del distacco del bimbo dalla madre, dai genitori, che in realtà appaiono soltanto capaci di guardarlo e attendere che cresca e scopra il senso del dolore. Temi che donano alla raccolta, accanto al contrastato rapporto con la natura, metafora di ogni sentimento, una dolorosa intensità per la consapevolezza che ogni stagione della vita deve fare i conti con l’umana fragilità.

Antonino_Schiera
Antonino Schiera

Questo doloroso sentire sembra svanito nell’ultima raccolta, fatta eccezione per la poesia GIOVINEZZA, dove il poeta afferma che “il tempo della giovinezza / sfuma i colori della vita, / li rende più opachi / meno lucenti”. La raccolta appare quasi interamente dedicata ai temi dell’amore, come già detto declinato in tutte le sue varianti, anche familiari, come si riscontra facilmente nelle toccanti poesie Alla nonna e Alessio (a mio figlio mai vissuto).

La riflessione poetica pone l’autore al centro di un universo di relazioni, molto spesso problematiche e poco inclini alla felicità, ma piuttosto votate alla determinazione di una identità complessa. A questo conduce la funzione del “meditare” sulla propria presenza nel mondo, e del “sentire”, sia pure con il carico di sofferenza che questo comporta. In tal senso la stessa terra, evocata essenzialmente in termini di natura nelle precedenti raccolte, qui viene pressoché sempre indicata come “terra madre”, testimoniando lo stretto coinvolgimento dell’io nelle due funzioni del titolo. E quindi, ponendosi al centro di tutto, il poeta può osare: osa, incurante di Giovanni Pascoli, dedicare una poesia alla Notte di San Lorenzo, e poi osa, incurante di Renato Guttuso, dedicarne una alle Balate della Vucciria.

Ma tutto questo non gli impedisce istanti di ineffabile dolcezza, come in Al mare d’estate e soprattutto in Treno. Quest’ultimo brano, Treno, mi sembra una delle composizioni più riuscite della raccolta, e condensa in pochi versi proprio l’atmosfera più congeniale per la meditazione e la contemplazione della natura e di se stessi, risolvendosi poi in un sentire finalmente acquietato e sereno.

Framment_di_colore_Percorsi_dell'Anima
Copertine di Frammenti di colore e Percorsi dell’anima

Anche la forma poetica nel corso delle tre raccolte si è evoluta, divenendo maggiormente attenta e consapevole e, come ha affermato Giovanna Fileccia nella sua recensione, “elegante e ricercata”. Qualche cedimento del passato ad un eccesso di locuzioni prosastiche viene qui risolto in una diversa capacità di sintesi poetica, evitando cadute di ritmo e di musicalità del verso. Si pensi alle irte vie ancheggianti e alle salite che ansimano giustamente citate in prefazione da Francesca Luzzio quali esempi di antropomorfizzazione della natura. È un processo che impegna profondamente il poeta e che certamente non si esaurisce con gli esiti di questa raccolta.

Infatti, noi sappiamo che Antonino Schiera è persona instancabile in tutte le sue attività, compresa quella dello scrivere. E quindi lo attendiamo fiduciosi, a breve, alla prossima pubblicazione.

Biagio Balistreri

Eventi – Il poeta e scrittore Biagio Balistreri è il protagonista della seconda serata di #calicidipoesieaisnello 2019.

Biagio-Balistreri_4
Da sinistra Emanuele Drago, Biagio Balistreri, Alfredo Sant’Angelo

Venerdì 12 luglio giungerà alla sua seconda serata il percorso culturale #calicidipoesieaisnello 2019, con la partecipazione del poeta e scrittore Biagio Balistreri. L’appuntamento per gli appassionati di poesia, è fissato alle ore 21.30 a piazza Santa Giovanna d’Arco a Isnello.

Anche in questa occasione protagonista assoluta della serata sarà la poesia, impreziosita dalla lettura monologhi e citazioni celebri con la collaborazione di Luciana Cusimano, da quest’anno parte integrante e attiva nella realizzazione e nella conduzione della kermesse poetica estiva di Isnello.

Luciana Cusimano è un’operatrice culturale molto attiva nelle Madonie ed è presidentessa dell’Associazione Amici del Museo Civico di Castelbuono. Nel suo profilo facebook si definisce instancabile lettrice, curiosa e attenta osservatrice, inguaribile ottimista, golosa impenitente.

Biagio_Balisteri_Antonino_Schiera
Biagio Balistreri e Antonino Schiera a Isnello

Avrete modo di conoscere uno scrittore di livello nazionale che affida ai lettori, attraverso la sua penna, poesie, romanzi ma anche recensioni e saggi. Già vincitore della VI edizione del prestigioso Premio Nazionale di Poesia Arenella città di Palermo, con la sua raccolta di poesie Il Fabbricante di parole. L’anno scorso ha presentato il suo romanzo epistolare L’inquilino della casa sul porto – Spazio Cultura Edizioni a Isnello.

Si ringraziano per la collaborazione la Proloco di Isnello, il gruppo Siciliando, l’Associazione Amici del Museo Civico di Isnello, l’attore siciliano Enzo Rinella e il fotografo Giacomino Scognamillo.

Ecco una galleria fotografica di Giacomino Scognamillo della prima serata di #calicidipoesieaisnello 2019 svoltasi venerdì 5 luglio, che ha avuto come protagonista la poetessa isnellese Maria Rosa Gentile:

 

Per conoscere l’intero programma che, ricordiamo si sviluppa nei mesi di luglio, agosto e settembre clicca qui.

Ingresso libero

Eventi – Spazio Cultura ancora una volta presente alla manifestazione culturale Una Marina di Libri, giunta alla sua X edizione [VIDEO]

Giunge alla sua X edizione il Festival del Libro Una marina di libri di Palermo. Colgo l’occasione per puntare i riflettori del blog su Nicola Macaione ideatore e promotore di Spazio Cultura Edizioni e sul poeta e scrittore Biagio Balistreri direttore della collana Spazio Cultura Narrativa.

Anche quest’anno Spazio Cultura partecipa a “Una marina di libri“, manifestazione che si terrà all’Orto Botanico dell’Università di Palermo dal 6 al 9 giugno, promossa dal CCN Piazza Marina & Dintorni e giunta alla sua decima edizione.

Saremo presenti con il nostro stand, dove si potranno trovare tutte le nostre pubblicazioni in vendita.

Il tema della decima edizione di “Una marina di libri” sarà “Isola/Isole”; il direttore artistico della manifestazione, Piero Melati, dichiara: “Abbiamo intenzione di trattarlo in tutte le sue declinazioni. L’isola come luogo di approdo e punto di partenza del viaggio, l’isola come porto sul mare contaminato da tutte le culture, l’isola che si irradia nel mondo e lo riceve, l’isola come ribellione alla chiusura.”

Per l’occasione verranno presentati, inoltre, alcuni nostri autori e le loro opere. A seguire, il calendario degli incontri:

Venerdì 7 giugno al Genio alle ore 21:00: “Letture Maledette”, reading di Estremamente semplice. Musica e Parole con Angelo Ganazzoli, Vicio Matta e Salvatore Nocera Bracco. Incursioni poetiche ironiche di Giovanna Corrao.

Sabato 8 giugno alla Fontana vasca delle Ninfee alle ore 18:00: “Incontriamo gli Autori”, presentazione della novità editoriale di Spazio Cultura Edizioni, Sotto le stelle di Roma” di Massimo Benenato, figlio di Franco Benenato in arte Franco Franchi. Saranno presenti, per un dialogo con l’autore, il giornalista Antonio Fiasconaro e il direttore editoriale Biagio Balistreri.

Domenica 9 giugno al Gymnasium alle ore 12:00: “Liber Liber”, presentazione del libro Il ragazzo che non voleva morire di Vincenzo Sacco. A dialogare con l’autore sarà Ivan Scinardo, direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Sarà presente l’editore Nicola Macaione, che presenterà la nuova collana editoriale Liber Liber.

Nicola Macaione dialoga con Biagio Balistreri a Spazio Cultura

Eventi – Di Vino e di Parole. Reading e Conversazione da Prospero

Si è svolto domenica 31 marzo il pomeriggio culturale dal titolo Di vino e di Parole. Reading e Conversazione da Prospero, l’enoteca letteraria che sorge a Palermo in Via Marche 8.

Sala piena di appassionati di poesia, prosa, monologhi, stralci di romanzi letti e interpretati dai 13 autori presenti qui citati in ordine di apparizione: Cinzia Orabona, Antonino Schiera, Roberta Strano, Biagio Balistreri, Alessandra Di Salvo, Andrea Giardina, Teresa Gammauta, Rita Giammarresi, Fabio Ceraulo, Federica Lo Bianco, Letizia Lapis, Rosaria Petrolà, Maria Calabresi.

GALLERIA FOTOGRAFICA

 

 

 

Domenica 31 marzo a partire dalle 18:00, Reading e conversazione sulla Parola.

Poesie, prosa, monologhi, stralci di romanzi,…
Partecipa a un pomeriggio di confronto e condivisione su testi inediti e non.

Proponi la tua lettura scrivendo a prosperopalermo@gmail.com e ti inseriremo in scaletta. L’unico limite sarà il tempo: ogni partecipante avrà a disposizione 10 minuti.

Hanno già aderito:
Teresa Gammauta, Fabio Ceraulo, Rita Giammarresi, Alessandra Di Salvo, Federica Lo Bianco, Antonino Schiera, Roberta Strano, e Cinzia Orabo

Premi e Concorsi – Giunge alla sua decima edizione il Premio Nazionale di poesia “Arenella Città di Palermo” [VIDEO].

Si svolge anche quest’anno a Palermo, indetto dall’Associazione Palermo Cult Pensiero, il cui presidente è il dottor Francesco Anello, il Premio Nazionale di Poesia “Arenella Città di Palermo”, giunto quest’anno alla decima edizione.

Ritenuto da molti l’evento culturale di poesia più qualificato della città, per lo spessore dei suoi protagonisti, in giuria il Prof. Salvatore Di Marco, il Prof. Tommaso Romano, il Prof. Ciro Spataro, la D.ssa Rita Cedrini, la D.ssa Eliana Calandra, ha già visto premiati e protagonisti personaggi noti come Vincenzo Morgante, ex caporedattore RAI, il Principe di Villafranca Francesco Alliata, il musicista Marco Betta, lo scrittore e poeta Biagio Balistreri.

Il premio vuole essere un importante riconoscimento agli artisti che in tutta Italia promuovono e coltivano l’arte poetica, a cui verranno consegnate targhe e riconoscimenti. E’ importante sottolineare che la manifestazione è titolata ad una delle più belle borgate cittadine, nata sul mare, a significare come molte volte l’arte poetica possa essere espressione di stimolo e sviluppo socioculturale.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il bando del premio letterario è scaricabile cliccando su questo link BANDO-X-PREMIO-LETTERARIO-2019

Protagonisti – Buon Anno 2019 e grazie a tutti gli artisti presenti nel mio blog [VIDEO]

Buon Anno 2019

 

 

Eventi – Calici di Poesie a Isnello: reading finale con i poeti Biagio Balistreri, Francesco Ferrante, Francesca Luzzio, Emanuele Drago e Lavinia Alberti

Si svolgerà domenica 23 settembre, alle ore 17, presso la Chiesa SS Annunziata, il pomeriggio finale della I° manifestazione poetica Calici di Poesie a Isnello, con la partecipazione dei poeti che si sono susseguiti nelle serate estive nel suggestivo borgo madonita.

Il_maestro_Antonio_Sottile
Il Maestro Antonio Sottile

Protagoniste saranno ancora una volta le poesie interpretate dagli autori all’interno del programma, che prevede la partecipazione del coro Anima Gentis diretto dal Maestro Antonio Sottile accompagnato dal pianista Antonino Fiorino e dalla soprano Gloria Grisanti. Prevista anche la mostra dei disegni dei bambini di Isnello che hanno impreziosito una delle serate poetiche con le loro libere interpretazioni colorate.

L’ideatore della manifestazione patrocinata dal Comune, il poeta palermitano Antonino Schiera, leggerà il suo monologo per Isnello a completamento del pomeriggio poetico.

Partner della manifestazione sono la Biblioteca di Isnello, il gruppo Siciliando e Manganello Arte Ceramiche di Collesano.

Ingresso libero

Francesco_Anello_Biagio_Balistreri_Premio_Arenella-e1486977458785
Al centro il poeta Biagio Balistreri
Francesco_Ferrante_poeta_e_scrittore
Il poeta Francesco Ferrante
Francesca_Luzzio_poetessa
La poetessa Francesca Luzzio
Emanuele_Drago_Scrittore
Il poeta Emanuele Drago
Lavinia_Alberti
La poetessa Lavinia Alberti