Protagonisti – Buon Anno 2019 e grazie a tutti gli artisti presenti nel mio blog [VIDEO]

Buon Anno 2019

 

 

Protagonisti – Lucia Capizzi e Rosaria Cascio autrici del libro “La signora Lucia di Napoleon” – Navarra Editore [VIDEO]

La storia che vi sto per tratteggiare è tratta dal libro di recente pubblicazione “La signora Lucia di Napoleon – Storia di una donna” Navarra Editore le cui autrici sono Lucia Capizzi e la nuora Rosaria Cascio. A partire dall’anno 1946, possiamo immaginare la signora Lucia Capizzi, la protagonista, che in una fredda serata d’inverno o in un caldo pomeriggio dell’estate palermitana percorreva a piedi, un lungo tratto di strada, da sola o in compagnia, per andare a lavorare. Fin qui nulla di eccezionale, ma se contestualizziamo i fatti tenendo conto del periodo, della distanza dal luogo di lavoro e dalla mentalità che non vedeva di buon occhio le donne lavoratrici, ecco che la storia raccontata ha un grande valore emblematico.

 

PIE_3234
Lucia Capizzi e Rosaria Cascio

Rosaria Cascio che di professione è insegnante, particolarmente impegnata nel sociale, è la nuora della protagonista, a lei è venuta l’idea di dare vita alla pubblicazione: “Il libro narra la storia di vita di una donna qualunque, una vita anonima rispetto al fragore di tante altre esistenze. Eppure la forza e la tenacia di mia suocera mi hanno convinto subito dell’urgenza di raccontare e far conoscere la sua vicenda che ritengo emblematica. Una donna del popolo, senza studi, diventa fida consigliera di donne altolocate che a lei si affidano per le scarpe e gli abiti che indosseranno. Sono gli stessi indumenti e le stesse calzature che la ditta Spatafora acquista su suo consiglio per il suo punto vendita più prestigioso, il Napoleon, di cui la signora Lucia diventa direttrice. Viaggia per campionari, si relaziona con gli imprenditori più importanti, da Dior a Ferragamo. Fa la fortuna, con la sola forza del suo intuito, di una famiglia imprenditoriale siciliana. Una donna esemplare per i giovani e per chi pensa di non farcela. una storia scritta di proprio pugno da Lucia Capizzi ed arricchita da approfondimenti storici e dalla narrazione scritta dalla nuora, Rosaria Cascio”.

copertina-lucia-web
Copertina del libro

Traggo testualmente dalla seconda di copertina del libro: “dall’ Arenella, ogni giorno percorre cinque chilometri a piedi per arrivare puntualissima, attraversando una città che, pur essendo la sua, è sconosciuta sia a lei che alle altre giovani di borgata che le danno compagnia, anch’esse donne lavoratrici che ambivano a un nuovo ruolo nella società del tempo. Dalla fame e dalla povertà all’ingresso nei cuori della nobiltà e della borghesia palermitana. E in quello dell’intera famiglia Spatafora che le affida la gestione , con carta bianca su tutto , delle sue linee più importanti, sia di calzature che di accessori e vestiario. lei accetta le sfide, consapevole dei suoi limiti ma forte delle sue capacità. E tratta con le grandi aziende di moda internazionali, viaggiando in aereo verso le capitali della moda – Parigi, Roma, Firenze – da Dalcò e Albanese a Ferragano, a Céline…”

Katiuska_Falbo_Francesco_Anello_Tommaso_Romano
Al centro il dottor Francesco Anello durante una manifestazione culturale

La signora Lucia di Napoleon – Storia di una donna è stato presentato in anteprima assoluta il 25 luglio 2018 alla “Borghigiana” di Villa Mocciaro, nel quartiere Arenella di Palermo, “riscuotendo notevole successo nella borgata, la cui immagine è stata tratteggiata con dovizia di particolari”  così come detto dal presidente di Palermo Cult Pensiero dottor Francesco Anello organizzatore della presentazione stessa.

Antonino Schiera

 

 

 

 

 

Premi e Concorsi – Ecco il bando del IX Premio Letterario “Arenella Città di Palermo”.

Ricevo da parte del dottore Francesco Anello e pubblico volentieri, il seguente comunicato relativo al prestigioso “Premio Letterario “Arenella – Città di Palermo“.
Katiuska_Falbo_Francesco_Anello_Tommaso_Romano
La presentatrice Katiuska Falbo, il dottor Francesco Anello e il Professore Taommaso Romano nell’ultima premiazione presso la Sala delle Lapidi all’interno del Comune di Palermo.
Francesco Anello – “Il Premio di Poesia Arenella, rappresenta per l’Associazione culturale Palermo Cult Pensiero un ulteriore elemento di crescita e s’inserisce nell’ambito di un percorso ambizioso che mira a creare in seno alla società in cui viviamo, un rapporto dove la cultura del consenso e del confronto devono primeggiare se non altro per un dignitoso processo di crescita.
Nella fattispecie un premio di poesia rivolto ad una delle espressioni tipiche della città, qual è quella delle borgate marinare, vuole essere e diventare il riflesso di un percorso che nasce dalle istanze socio-culturali della periferia per poi allargarsi a divenire parte integrante del vivere cittadino, in un percorso culturale dove le istanze del territorio possono essere il fulcro della espressione artistica della città.
Francesco_Anello_Biagio_Balistreri_Premio_Arenella-e1486977458785
Al centro il poeta e scrittore Biagio Balistreri, vincitore nella VI edizione del premio con il libro di poesie “Il fabbricante di parole” Edito da Spazio Cultura. (fotografia di Elisa Sanfilippo)
Ecco perché ci facciamo carico di un processo di crescita che muovendo sin da oggi i primi passi possa approdare in un contesto sociale ad ampio respiro.
L’Arenella dunque, borgata marinara con il suo importante carico socio-culturale fatto di storia, tradizione, legata al suo mare ed ai suoi abitanti, vuole essere il punto di partenza e di riferimento di una crescita che deve avere come emblema, un momento artistico come il premio di poesia.
Premio di poesia che nasce in buone mani, visto il contesto in cui si svolge e vista il notevole spessore intellettuale dei suoi artefici (a partire dai componenti la Giuria) e che vuole esprimere l’interesse e l’orgoglio di una intera comunità verso l’arte e la cultura.”